15 Maggio 2019

Inizia oggi il progetto POR-FESR TAO, nato per sviluppare tecnologie innovative per il monitoraggio della fascia costiera. TAO è coordinato dal Consorzio Proambiente (Tecnopolo Bologna CNR) e riunisce in un unico partenariato ricercatori industriali della Rete Alta Tecnologia dell'Emilia-Romagna (CIRI dell'Università di Bologna: Edilizia e Costruzione, FRAME, Meccanica Avanzata e Materiali) ed imprese regionale che operano nella difesa della fascia costiera, oltre al gruppo SAIERfacente capo a CNA Emilia-Romagna.

Aprile 2019

Il progetto POR-FESR INFORMARE descritto e raccontato in un articolo pubblicato nel numero 13 / Marzo 2019  della rivista di riferimento per gli operatori del settore “Mondo Balneare”

Titolo dell’articolo “Previsioni meteo marine a portata di mano con la nuova APP Informare”, Autori: Gabriela Carrara, Francesco Riminucci e Paolo Bonasoni.
L’articolo è scaricabile dal sito della rivista Mondo Balneare: http://rivista.mondobalneare.com/numero-13-marzo-2019/

CALL PER UN POSTO DI RICERCATORE POST-DOC DA INSERIRE NEL PROGETTO “BiophotOmics

La partnership del progetto “Development and pilot validation of medical portable biophotonic imaging device integrated with Lipid-Omic testing methodology” ( Acronimo BiophotOmics) finanziato dalla regione Emilia Romagna- POR FESR 2014-2020 ASSE 1 AZIONE 1.2.2 cercalaureato con PhD per svolgere la seguente attività:

Sviluppo di tecniche di imaging (comprensive di algoritmi) applicate alla microscopia convenzionale e iperspettrale, e validazione di pattern iperspettrali su un biosensore modello di membrane cellulari normali o patologiche.

30 luglio 2019

CALL PER DUE POSTI DI RICERCATORE DA INSERIRE NEL PROGETTO “BiophotOmics

La partnership del progetto “Development and pilot validation of medical portable biophotonic imaging device integrated with Lipid-Omic testing methodology” ( Acronimo BiophotOmics) finanziato dalla regione Emilia Romagna- POR FESR 2014-2020 ASSE 1 AZIONE 1.2.2 cerca due laureati per svolgere la seguenti attività:

Sviluppo di tecniche di imaging (comprensive di algoritmi) applicate alla microscopia convenzionale e iperspettrale, e validazione di pattern iperspettrali su un biosensore modello di membrane cellulari normali o patologiche.

Sede di lavoro: Università di Ferrara

06 Marzo 2019

Nel mese di Marzo 2019 Proambiente ospiterà nei sui laboratori, nel corso di cinque incontri, 150 tra studenti e insegnanti di scuole secondarie di primo e di secondo grado per illustrare il ruolo, le attività e gli obiettivi della Rete Alta Tecnologia e di Proambiente e per stimolare la loro curiosità verso il mondo della ricerca e dell’innovazione.

Questa attività di Proambiente si inserisce nel progetto “SISTEAMIAMOLI!”finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito  del bando “Invito a presentare progetti ai sensi dell’art. 25 della L.R. 12/2003 e ss.mm.ii. – I luoghi della conoscenza e della ricerca per nuovi approcci alle discipline STEAM”approvato con delibera di Giunta regionale n. 1517 del 17/09/2018.

Obiettivo finale del progetto è sensibilizzare e coinvolgere le scuole sull’utilizzo delle tecnologie per rispondere alle sfide attuali della società, in coerenza con l’Agenda2030 e gli Obiettivi di Sviluppo di sviluppo e per rispondere alle attese del mondo del lavoro. Il tutto facendo leva sul gioco, la creatività, la collaborazione, lo spirito di imprenditorialità e la trasmissione della passione per la ricerca e il metodo empirico.

L’Istituto Tecnico Statale Calvi di Finale Emilia (Modena) è capofila del progetto, che coinvolge altre cinque istituzioni scolastiche, il Clust E-R GreentechGreentech, Proambiente S.c.r.l., oltre ad altri enti regionali che si occupano di ricerca e innovazione..