Swap_Skytg24.jpg

17 Novembre 2018

In occasione del Sea Drone Tech Summit 2018, che si è svolto a Gallipoli nei giorni di venerdì 16 e sabato 17 novembre 2018, è stato presentato al pubblico l'ultimo nato della gamma dei robot autonomi S.Wa.P.: OPENSWAP.
Nella giornata di sabato 17 si sono svolte le dimostrazioni operative del sistema nella area marina dimostrativa attrezzata presso il Circolo della Vela – Molo San Giorgio. Nell'occasione il ricercatore di Proambiente Dr. Fabrizio Del Bianco è stato intervistato da Skytg24, potete visionare il serivizio a questo link:

https://video.sky.it/news/cronaca/la-rivoluzionedei-droni-marini/v467468.vid

Tags: Monitoraggio Ambienti Acquatici

Logo_mondo_balneare.png

Novembre 2018

Il progetto Informare descritto e raccontato in un articolo/intervista pubblicato nel sito di riferimento per gli operatori del settore "Mondo Balnerare"

Tags: Monitoraggio Atmosfera Project Management Informare mobile Informare App

OpenSwap1.jpg

16-17 novembre 2018

In occasione del Sea Drone Tech Summit 2018, che si svolgerà a Gallipoli nei giorni di venerdì 16 e sabato 17 novembre 2018, verrà presentato al pubblico l'ultimo nato della gamma dei robot autonomi S.Wa.P.: OPENSWAP (https://www.seadrone.it/programma)

Il sistema OPENSWAP è stato progettato e sviluppato per creare il primo veicolo autonomo di superficie in kit per il monitoraggio degli ambienti acquatici.

Nella giornata di venerdì 16 (Ore 15.45), nel corso della 3a Sessione “Droni navali di superficie” del convegno, il dott. Fabrizio Del Bianco terrà una presentazione descrittiva delle potenzialità tecniche e commerciali del nuovo sistema OPESWAP. Nella giornata di sabato 17 sono previste dimostrazioni operative del sistema nella area marina dimostrativa attrezzata presso il Circolo della Vela – Molo San Giorgio.

OPENSWAP è un veicolo autonomo di superficie basato su piattaforme open source ed ideato per il monitoraggio geofisico (e non solo) degli ambienti acquatici. È costituito da un piccolo catamarano in plastica a propulsione elettrica, modulare e facilmente trasportabile. La dotazione di base prevede un sistema di posizionamento GPS (opzionale RTK a doppia antenna), un sistema di navigazione autonomo con sensori inerziali integrati, un ecoscandaglio single beam di precisione con funzione di riconoscimento del fondale, una videocamera per riprese esterne e numerosi ingressi digitali ed analogici ausiliari sulla scheda elettronica interna. Quest’ultima caratteristica, unita alla versatilità del telaio composto da profili di alluminio, consente il semplice interfacciamento con numerosi strumenti (es. side scan sonar, sonde multi parametriche, sub-bottom profiler, ecoscandaglio multifascio), commerciali e non, offrendo la possibilità di ampliare il parco strumentale già in dotazione.

Tags: Monitoraggio Ambienti Acquatici Sviluppo Strumenti e Sensori