Protocolli di monitoraggio ambientale e sviluppo strumentazione non distruttiva per la conservazione preventiva del patrimonio culturale

Il degrado del patrimonio culturale è il risultato degli effetti di fattori ambientali, quali precipitazioni, temperatura, umidità relativa, e di inquinamento (NOx, SO2, particolato), che agiscono in processi ciclici e sinergici.
La nostra attività di ricerca si posiziona all’avanguardia nell’applicazione delle tecnologie innovative applicate alla protezione, gestione e fruizione del patrimonio culturale.

Puntiamo quindi allo sviluppo di:
  • approccio metodologico per il monitoraggio degli inquinanti e dei parametri ambientali come strategia per la protezione del patrimonio culturale;
  • nuove metodologie e strumenti per il monitoraggio e la caratterizzazione del degrado su superfici di interesse storico artistico a seguito dell’interazione ambiente-materiali.

Valutiamo nuovi trattamenti protettivi e consolidanti in termini di durabilità e compatibilità.

Vantaggi

  • Conservazione preventiva: strumentazione non invasiva, trattamenti innovativi
  • Monitoraggio di aerosol e di parametri microclimatici
  • Caratterizzazione di materiali e dello stato di degrado
  • Valutazione della durabilità e della compatibilità di trattamenti conservativi innovativi
  • Modelli e funzioni di danno per interazione ambiente-materiali